15.04.2009
Ultime Notizie » Nuova Polonia

E’ finito il braccio di ferro tra Commissione europea e Polonia riguardo al tracciato dell’autostrada detta “Via Baltica”, che dovrebbe collegare Varsavia con Tallin attraversando Lituania, Lettonia ed Estonia.
L'esecutivo comunitario ha infatti abbandonato la procedura d'infrazione aperta nel 2007, prendendo atto della decisione del governo di Varsavia di adottare un nuovo tracciato che evita la Valle di Rospuda, una foresta primaria protetta dalle direttive ambientali dell'Unione europea.
Si chiude così una delle dispute più accese tra la Commissione e la Polonia dell'ex premier Jaroslaw Kaczynski, a cui è nell'autunno del 2007 è subentrato il moderato Donald Tusk. Il nuovo tracciato annunciato il 24 marzo scorso dal ministro dell'Ambiente polacco Maciej Nowicki sarebbe più economico e allungherebbe il percorso di soli 2 chilometri rispetto al progetto originale che tagliava in due la valle di Rospuda. La tangenziale in questione servirà ad evitare la città di Augustow, attraverso cui al momento passa tutto il traffico di auto e mezzi pesanti tra nord-est della Polonia, Lituania e Bielorussia e Varsavia, creando gravi problemi per la popolazione in termini di sicurezza e inquinamento ambientale e acustico. Per bloccare i lavori nelle zone protette della Valle di Rospuda, la Commissione europea era ricorsa ad un'ingiunzione esecutiva presso la Corte di giustizia Ue del Lussemburgo.