22.04.2016
Italia

Etleboro
Nella giornata di ieri, 21 aprile 2016, si è tenuta presso il Tribunale di Trieste la prima udienza della causa che vede contrapposte le società La Distributrice srl e La Distributrice Investments srl dei Fratelli Ladini, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed al Ministero degli Esteri d'Italia. Nel corso dell'esposizione dei fatti e delle rispettive ragioni, è stata subito appurata l'impossibilità di raggiungere un accordo. Il Giudice innanzi al Giudice del Tribunale di Trieste Mauro Sonego, ha  concesso alle difese di depositare memorie difensive nei termini di legge, per poi rinviare la causa all'udienza del 21 febbraio 2017. 

Ricordiamo che le società La Distributrice srl e La Distributrice Investments srl hanno chiesto alla Presidenza del Consiglio dei Ministri ed al Ministero degli Esteri il risarcimento dei danni derivante dal mancato rispetto della "Convenzione italo-croata del 5 novembre 1996" a difesa degli investimenti reciproci degli imprenditori dei paesi contraenti. L'Osservatorio Italiano, in merito, sta seguendo lo svolgimento dell'intera vicenda processuale, assistendo il team legale che assisterà gli imprenditori italiani nella loro lotta per l'affermazione delle proprie ragioni. Ricordiamo inoltre che, nell'ambito della medesima inchiesta, l'Associazione "Osservatorio Cibernetico" ha presentato  alla Procura Generale della Corte dei Conti un esposto chiedendo sia accertata l'eventuale responsabilità per danno erariale dell'allora Ambasciatore presso l'Ambasciata d'Italia in Croazia, dott.ssa Emanuela D'Alessandro.  Inoltre, vi saranno altre iniziative in tal senso, volte a chiarire l'operato delle istituzioni italiane nel monitorare e assistere il caso dell'impresa italiana.